English中文DeutschEspañolFrançais 日本語한국어Portuguêsру́сскийNederlands

Airbnb è orgogliosa di collaborare con welcome.us, un’organizzazione no profit a sostegno dei legami tra l’America e gli immigrati che hanno contribuito a costruirla. L’intento è quello di celebrare la variegata comunità internazionale di cui tutti noi facciamo parte. Scopri di più su www.iamanimmigrant.com.

“Se apri un’attività in Germania e fallisci, potresti essere percepito a lungo come colui che non ce l’ha fatta”, dice Hans Penz, un host di Airbnb che vive a Staten Island, nella città di New York. “Qui in America, se apri un’attività e fallisci, ne inizi un’altra: un panettiere può diventare un elettricista, che a sua volta può diventare un pittore. È più facile reinventarti, andare avanti e raggiungere gli obiettivi che ti sei prefissato. Ecco perché mi sono trasferito qui.”

Hans e sua moglie Sandra sono arrivati a Staten Island tre anni fa. Sandra è un ingegnere automobilistico e Hans gestisce Keksies, una panetteria specializzata in dolciumi tedeschi e austriaci come lo strudel di mele, la torta alla ciliegia “black forest” e le stelle alla cannella.

HansBakery

“Abbiamo visto un annuncio per un appartamento a buon prezzo con vista sulla Statua della Libertà e sul One World Trade Center, vicino al traghetto e alla spiaggia. Siamo andati a vederlo”, ci ha detto Hans, “e ce ne siamo innamorati”.

La coppia ha viaggiato spesso usando Airbnb, per questo è stato per loro naturale aprire la propria casa agli ospiti. “Viaggiando, abbiamo capito che Airbnb non è soltanto un’alternativa semplice, comoda ed economica all’hotel: ti permette di entrare subito in contatto con la gente del posto, e persino di visitare la città con loro. Tutti quelli che ci hanno ospitato sono stati davvero accoglienti. Avendo avuto delle esperienze così fantastiche come ospiti, abbiamo pensato che anche noi potevamo essere degli host altrettanto bravi.”

La maggior parte dei compensi che Hans e Sandra guadagnano ospitando i viaggiatori viene reinvestita nella panetteria. “Airbnb è come un incubatore d’impresa per la mia piccola attività” sostiene lui. “Posso permettermi di investire di più in pubblicità, comprare nuove attrezzature. Insomma, posso spendere più soldi. Non avrei potuto far crescere la mia panetteria così velocemente senza Airbnb”.

HansPorch

Al di là dei benefici commerciali, a Hans e Sandra piace accogliere gli ospiti perché, nelle parole di lui, “puoi incontrare persone in qualche modo affini a te: ad esempio, alcuni hanno la nostra stessa passione per il cibo, altri lavorano nell’industria automobilistica come Sandra…Le persone ci scelgono perché, in un modo o nell’altro, si identificano con noi e così si instaura subito un legame. Sono come amici che non abbiamo mai visto prima. Conoscere nuove persone, provenienti da tutto il mondo, è la vera ragione per cui continuiamo a ospitare i viaggiatori.”

La scelta di Hans di emigrare negli Stati Uniti e di lavorare qui è dovuta anche al suo legame con questa terra: “Sia Sandra che io abbiamo dei parenti che in passato si sono trasferiti negli Stati Uniti e hanno aperto la propria attività”, dice. “Il mio prozio è arrivato a Ellis Island e ha aperto una ferramenta nel New Jersey. Purtroppo è venuto a mancare e non ho mai avuto la possibilità di conoscerlo, ma sento di essergli vicino perché sto facendo la sua stessa esperienza.”

“Siamo felici di poter continuare quello che le nostre famiglie hanno iniziato prima di noi.”