Qui ad Airbnb, la salute e la sicurezza della nostra community sono considerate questioni della massima importanza. Per questo stiamo lavorando attivamente per affrontare e risolvere al meglio le preoccupazioni e i problemi causati dal virus Zika.

Il primo febbraio 2016, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato ufficialmente lo stato di allerta per quanto riguarda il virus. Inoltre, i Centri statunitensi per la prevenzione e il controllo delle malattie (CDC) hanno rilasciato svariati annunci che consigliano di aumentare le precauzioni nel caso ci si recasse in quei paesi dove il contagio è stato riportato e confermato. Entrambe le organizzazioni hanno fornito sia alle donne incinte che alle donne che stanno tentando di avviare una gravidanza una serie di raccomandazioni aggiuntive, riguardanti la prevenzione delle infezioni mentre si è in viaggio.

Considerate le circostanze, capiamo perfettamente che alcuni viaggiatori abbiano il desiderio di posticipare o rimandare la loro permanenza nelle aree interessate. A questo proposito, per assistere e proteggere la nostra community al meglio, abbiamo preso i seguenti provvedimenti:

• Le donne incinte e le donne che stanno tentando di avviare una gravidanza, così come i familiari che viaggiano con loro, possono ricevere il rimborso totale delle loro prenotazioni nelle regioni colpite.
• Stiamo comunicando tempestivamente alla nostra community ogni novità riguardante il virus e i rischi a esso associati, e continueremo a farlo.

Prima di effettuare una prenotazione per un viaggio internazionale vi consigliamo di consultare gli enti governativi competenti, per essere informati su qualsiasi possibile allerta e per venire a conoscenza dei consigli di viaggio che potrebbero interessare nazioni o regioni incluse nei vostri piani.

Se avete ulteriori domande o dubbi, non esitate a visitare il nostro Centro assistenza.