English  Español  中文 —  Deutsch  Français  Italiano — 日本語  한국어  русский  Português Nederlands

Di recente abbiamo incontrato Ruthy, host dell’esperienza “Lisbon’s Best Flavors” (I migliori sapori di Lisbona), per parlare del lancio e della gestione della sua esperienza a tema gastronomico che ha ricevuto oltre 1500 recensioni. Ruthy, insieme alla sua co-host Rita, organizza due esperienze per sei giorni alla settimana e afferma che non riesce a smettere di pensare a questa attività finché la notte non appoggia la testa sul cuscino. Il suo obiettivo è quello di contribuire a far conoscere il Portogallo per la sua deliziosa cucina e per le bevande uniche, e di mostrare ai viaggiatori un lato autentico di Lisbona che non riuscirebbero a scoprire altrimenti.

Com’è riuscita ad avere migliaia di ospiti e a ricevere così tante fantastiche recensioni? Continuate a leggere per saperne di più su come ha raggiunto questo successo.

Come ti sentivi quando hai lanciato la tua esperienza? Sembra che tu sia nata per fare l’host! Sei mai stata nervosa?

Certo! Ero così nervosa che non smettevo di chiedermi cosa gli ospiti si aspettassero da me e dall’esperienza. Cerco di mostrarmi sempre calma e tratto i miei ospiti come amici. Adoro incontrare persone nuove, quindi, dall’inizio, ho cercato di vedere questa attività come un modo per fare nuove amicizie.

Cosa ti ha aiutato a lanciare la tua esperienza e a ricevere i tuoi primi ospiti?

Quando ho iniziato, ero disponibile tutti i giorni. Anche se in alcune occasioni è capitato di avere solo uno o due ospiti, all’inizio ne è valsa la pena per poter ricevere le mie prime recensioni.

Ai nuovi host consiglierei inizialmente di rendere disponibili il maggior numero di giorni possibili per ottenere le prime recensioni. Magari non tutti possono offrire un’esperienza al giorno ma consiglio di cercare di fare il più possibile. Anche se si hanno uno o due ospiti, questi possono generare le vostre prime recensioni.

Hai ospitato migliaia di persone; da dove provengono le tue prenotazioni?

La maggior parte delle mie prenotazioni arriva direttamente tramite Airbnb, ma un’altra buona risorsa è stato il passaparola. Recentemente, alcuni partecipanti mi hanno detto che stavano discutendo del loro viaggio a Lisbona in un bar e una coppia in fila accanto a loro li ha interrotti per dirgli che dovevano provare assolutamente la mia esperienza.

Avere molte recensioni è sicuramente d’aiuto ma credo che anche la loro qualità sia determinante.

Fai qualcosa in particolare per far sì che i tuoi ospiti lascino recensioni così positive?

Al termine della mia esperienza scatto una foto di gruppo e in seguito la invio a ciascuno dei partecipanti tramite un messaggio su Airbnb in cui chiedo di scrivere una recensione nel caso questa attività sia stata di loro gradimento.

Sembra che stiano lasciando delle ottime recensioni perché si divertono molto con te. Hai dei consigli per i nuovi host su come assicurarsi che gli ospiti passino un momento piacevole?

Sai, il miglior consiglio che abbia mai ricevuto è stato quello di un mio amico. Mi disse: “Potresti stancarti a organizzare la stessa esperienza ogni giorno e a spiegare sempre le stesse cose. Ricorda però che anche se si tratta della centesima volta che lo fai, per i tuoi ospiti è la prima.”

Questa riflessione mi ha davvero colpito. Prima di ogni esperienza, mi fermo un momento e penso: “Questa è la prima volta per gli ospiti di oggi.” Cerco di mettermi al loro posto. In questo modo posso vedere la mia esperienza attraverso i loro occhi. Come host, non posso avere una brutta giornata… o non posso far sapere agli ospiti che sto passando una brutta giornata o che sono stressata.

L’aspetto positivo è che gli ospiti sono solitamente di buon umore e molto aperti. Di solito sono in vacanza, perciò, se rimango ottimista e felice e li tratto come amici, so che ci divertiremo un sacco.

Trovo inoltre che la maggior parte degli ospiti si fida del marchio Airbnb e quando arriva all’appuntamento si sente al sicuro. Come se potessero fidarsi di questa esperienza e di me come host, e che se qualcosa andasse storto potrebbero contattare Airbnb per ricevere assistenza.

Cosa ci puoi dire dei giorni più difficili? Sicuramente te ne sono capitati…

Beh sì… ad esempio la settimana scorsa c’erano 44 gradi all’ombra a Lisbona oppure capita un acquazzone e ci ritroviamo bagnati fradici! Ma se non trasformo questo imprevisto in un grosso problema, so che gli ospiti saranno felici. In caso di forte caldo, mi assicuro di mettere a disposizione dell’acqua a ogni tappa. Quando piove, cerco di non dare troppa importanza alla cosa e in questo modo gli ospiti faranno altrettanto. Cerco di andare avanti restando ottimista e ridendoci su!

Come fai a far entrare i tuoi ospiti in sintonia tra loro?

All’inizio pongo domande molto semplici, come la provenienza e il periodo di permanenza a Lisbona. Se alcuni ospiti sono timidi e non si vogliono aprire, trascorro un po’ più di tempo con loro per metterli a loro agio e fare domande sul lavoro o sugli hobby. Cerco di passare del tempo con ogni ospite per fare conoscenza e sono sinceramente interessata a incontrare persone nuove e scoprire di più su di loro. Spesso quando faccio le mie domande, un partecipante potrebbe sentire ad esempio che un altro ospite condivide la sua stessa passione e decide quindi di unirsi alla discussione.

Cerco di mantenere le cose leggere e divertenti e se sento che la conversazione potrebbe iniziare a spostarsi verso temi di politica, faccio sapere agli ospiti che ci sono alcuni argomenti vietati. L’importante è essere gentili e poi indirizzare la discussione verso qualcos’altro.

Ora ospiti quasi tutti i giorni. Hai qualche consiglio per gli host che vorrebbero mantenere questa frequenza?

È un sacco di lavoro! Mi piace e ho l’opportunità di incontrare persone nuove ogni giorno. Ma penso sempre a questa attività… fino a quando la sera vado a letto! È bello essere il proprio capo ma è necessario molto impegno.

Cosa ti aspetta ora? Quali sono gli obiettivi per la tua esperienza culinaria nei prossimi anni?

Voglio lanciare una seconda esperienza gastronomica in un altro quartiere. Prima organizzavo un’esperienza in una zona turistica di Lisbona e non era così popolare. Quindi ora sto cercando un’altra zona con molti ristoranti autentici in modo da poter mostrare ai miei ospiti com’è veramente il Portogallo.

Cosa può fare Airbnb per aiutarti al meglio in quanto host?

L’unica cosa che desideravo era la possibilità di cambiare il numero di ospiti per un’esperienza. Un ristorante potrebbe chiamarmi e dirmi che un giorno non posso portare più di un determinato numero di persone a mangiare. Da poco ho visto nell’app che ora è possibile limitare il numero di ospiti per un’occasione!

Mi piacerebbe avere più funzionalità per quanto riguarda la messaggistica, magari separando i messaggi relativi alle richieste da quelli inviati dagli ospiti che hanno già prenotato. Ma finora tutto è piuttosto facile da usare e mi piace vedere questi aggiornamenti man mano che le esperienze Airbnb crescono!