English中文DeutschEspañolFrançais 日本語 한국어Portuguêsру́сскийNederlands

Siamo felici di presentarvi Donna Boyer, esperta nella gestione dello sviluppo di prodotti innovativi nonché host di Airbnb. Donna dirigerà i team incaricati di realizzare le funzionalità e gli strumenti per aiutare gli host ad avere successo e a vivere delle esperienze positive con Airbnb.  

Abbiamo parlato con lei, rivolgendole alcune domande sui suoi colleghi host.

Ben prima di unirti al team di Airbnb, sei entrata a far parte della nostra community di host diventando una Superhost. Puoi dirci com’è cominciata la tua avventura?

Tutto è iniziato quando un amico del mio quartiere mi ha chiesto di ospitare la sua famiglia che arrivava in visita dalla Francia. Forte degli incoraggiamenti ricevuti – e di qualche acquisto per preparare l’alloggio al meglio – ho iniziato ad accogliere i primi ospiti.

Come tanti altri host, all’inizio desideravo ospitare i viaggiatori per guadagnare qualcosa in più e far fronte alle spese inaspettate. Presto, però, l’ospitare è diventato ben di più di un semplice guadagno extra, e la mia famiglia si è ritrovata a vivere esperienze stupende a contatto con tanti ospiti, di tutte le età e provenienti da tutto il mondo.  

Ospitare è diventato per noi uno stile di vita: ho due figli, uno di 8 e l’altro di 14 anni, ed entrambi mi danno una mano, aiutandomi con le pulizie o con la spesa. Quando ospitiamo qualcuno lo spazio a loro disposizione è un po’ inferiore, ma rimediamo sempre organizzando qualcosa di speciale quando andiamo in vacanza.  

(Un consiglio da Superhost di Donna nel caso visitiate il quartiere Noe Valley a San Francisco: non perdetevi il Dolores Park, il Bernie’s coffee shop e il frozen yoghurt da Easy Breezy!)

Donna-Boyer_San-Francisco_Elliott_20160504_0076

Vuoi dire qualcosa agli altri host su ciò che succede dietro le quinte di Airbnb?

Sono rimasta sorpresa daI modo in cui i miei colleghi si impegnano per far vivere delle esperienze positive agli ospiti e agli host di Airbnb. Spesso, quando un’azienda raggiunge questa grandezza, gli impiegati dimenticano qual è la loro mission. In Airbnb non è così. Desidero far sapere agli host che il nostro team è sempre all’ascolto della community e l’obiettivo è quello di continuare a imparare, insieme.  

Qual è l’aspetto dell’ospitalità che ti piace di più e che cosa non vedi l’ora di sviluppare per i nostri host?

Sono contenta perché mi capita spesso di sentire persone con percorsi di vita diversi parlare delle fantastiche esperienze che hanno vissuto soggiornando con Airbnb, che si tratti degli amici dei miei genitori ormai in pensione, di un pompiere al bar o dei compagni di scuola dei miei figli. Non si riferiscono solo all’alloggio, ma anche al quartiere che hanno esplorato, al libro che hanno scoperto su una mensola della casa o al bar consigliato dall’host per fare colazione. Essendo una host, so quanto possa essere soddisfacente far vivere ai propri ospiti delle esperienze straordinarie. Conosco anche l’impegno costante che serve per dar vita a tutto ciò, per questo voglio concentrarmi sul rendere l’attività di hosting ancora più facile e gratificante.   

Dicci qualcosa sulla tua esperienza professionale e sul perché ti senti adatta a questo nuovo ruolo. Cosa, in particolare, ti ha fornito le competenze necessarie al lavoro che ti attende?

Mi ritengo fortunata ad aver trascorso gli ultimi vent’anni a collaborare con ingegneri e designer nella creazione di nuovi prodotti, sia in grandi aziende che in piccole start up. Se c’è una cosa che ho imparato è che sono più creativa, determinata e coraggiosa quando mi occupo di grandi idee e di questioni che mi appassionano. In Airbnb posso trovare entrambe le cose.  

Essere una host in prima persona mi facilita il compito, aiutandomi a capire cosa funziona e cosa meno, nonché a conoscere tutti i dettagli degli strumenti che mettiamo a disposizione della community. Ma, forse, la regola più importante per sviluppare dei prodotti eccezionali è quella di non dare per scontato che le funzionalità che desideri siano le stesse che desiderano anche gli altri. Per questo non vedo l’ora di trascorrere del tempo con la nostra community di host e di confrontarmi con prospettive, opinioni e idee nuove!

Anche noi non vediamo l’ora di scoprire in che modo la dinamica leadership di Donna e il suo impegno nella community di host ci aiuteranno a sviluppare un prodotto sempre migliore, per voi e con voi.