English  Español  中文 —  Deutsch  Français  Italiano — 日本語  한국어  русский  Português  Nederlands

Decidere il prezzo per le vostre esperienze non è facile. Ci piacerebbe avere in tasca la formula esatta da condividere con voi per calcolare il prezzo perfetto ma la verità è ben diversa: la vostra esperienza è unica così come lo è anche il vostro prezzo! Abbiamo parlato con host di tutto il mondo e abbiamo raccolto sette dei migliori consigli da quelli con i migliori tassi di prenotazione e con le migliori valutazioni. Ricordatevi che la scelta del prezzo spetta sempre e solo a voi. Questi sono solo dei suggerimenti per aiutarvi a organizzare una strategia che vi porti al successo.

Pensare al pubblico di riferimento

Chi sono i partecipanti ideali della vostra esperienza? Cercate di immaginare il vostro ospite perfetto. Quali sarebbero le caratteristiche di una persona interessata soprattutto alle vostre capacità e conoscenze? Che tipo di attività svolgerebbe? Quale sarebbe il suo budget per la vacanza? A quali altre attività potrebbe essere interessata? Quali bar e ristoranti visiterebbe?

Considerate in che modo questa persona trascorrerebbe un pomeriggio o una notte fuori. Potreste calcolare quanto spenderebbe in media per un pasto o per altri eventi come un’esperienza. Ricordatevi che desiderate avere degli ospiti che prendano seriamente voi e la vostra esperienza ma allo stesso tempo fate sì che il vostro prezzo non vada al di là del budget del vostro pubblico ideale.

Un passo alla volta verso il successo

Quando ci si lancia in una nuova avventura imprenditoriale, è fondamentale capire che può essere necessario del tempo prima di raggiungere il successo. Per attirare altri viaggiatori verso la loro esperienza, gli host che sono alle prime armi e non hanno ancora un pubblico o delle recensioni a 5 stelle in loro aiuto, ritengono utile cominciare con un prezzo più basso. Così è possibile persuadere i primi ospiti e accrescere un poco alla volta la propria reputazione e il numero di recensioni ricevute. Le recensioni sono un segno persuasivo di “approvazione sociale” e un potente strumento di vendita che può consentirvi di aumentare gradualmente il vostro prezzo.

Molti host approfittano di questo momento anche per capire se la loro esperienza può inserirsi facilmente nel loro mercato. Attirare da subito gli ospiti con un prezzo iniziale più basso può esservi utile a questo scopo. Sfruttate queste prime esperienze per imparare dai partecipanti che ospiterete!

Qui di seguito vi spieghiamo in che modo Travis, host dell’esperienza Meditare nel parco di Land’s End, ha creato una guida dei prezzi per se stesso. Ha elaborato una strategia che presenta una struttura dei prezzi caratterizzata da più livelli. Questa gli permette di raggiungere degli obiettivi di approvazione sociale che lo aiutano a provare diversi prezzi e versioni della sua esperienza.

 

 

Livello 1: iniziare con 20 $

  • Aumentare il prezzo dopo 10 recensioni
  • Prezzo basso = basse aspettative, gruppi numerosi, persone che potrebbero non presentarsi
  • Alta gratificazione inaspettata che dà vita alle prime recensioni positive

Livello 2: 34 $

  • Aumentare il prezzo dopo 20 recensioni
  • Interesse solido con un prezzo giusto e abbordabile (costo di 2 posti al cinema negli Stati Uniti)

Livello 3: 49 $

  • Aumentare il prezzo dopo 60 recensioni
  • Ottimo prezzo che ha permesso a Travis di trasformare l’attività in una fonte di reddito concreta

Un esperimento di domanda e offerta

Sapevate che potete impostare dei prezzi diversi per la vostra esperienza in base alle date selezionate? Scegliete uno o due giorni sul vostro calendario per testare una tariffa più bassa o più alta. Se i viaggiatori prenotano l’esperienza con questi prezzi modificati, significa che è ora di aumentarli o diminuirli per soddisfare la domanda.

Consiglio degli esperti: in che momento la domanda per la vostra esperienza potrebbe aumentare o diminuire? Annotate un elenco di date in cui vorreste mettere alla prova i vostri prezzi. Prendete in considerazione gli eventi locali, la stagione, il momento del giorno o della settimana, ecc. Per esempio: durante il carnevale si registra un aumento di visitatori a Rio oppure durante i mesi di gennaio e febbraio ci sono meno turisti a New York.  

Capire i costi organizzativi

Create un elenco dettagliato di tutte le spese che affrontate per poter proporre la vostra esperienza. Considerate il tempo necessario per i preparativi, i costi di trasporto, i permessi, i materiali, i servizi, l’eventuale rinfresco e i costi di affitto, ecc. Che cosa è necessario? Che cosa potete acquistare in grande quantità per ridurre le spese? Quali aspetti potreste mettere da parte continuando a proporre un’esperienza di alta qualità? Che cosa vorreste aggiungere all’attività che non richiede alcuna spesa? Ricordate che tutte le esperienze hanno un minimo di un partecipante quindi evitate i costi fissi nel caso una data in programma venga prenotata da poche persone.

James, host dell’esperienza Concerto in compagnia di un music blogger a San Francisco, offre una birra, i biglietti per il concerto e un extra gratuito che consiste in un “post del blog, una playlist o un podcast a proposito degli artisti che si esibiranno”. Le ricerche che effettua prima dei concerti a proposito delle band gli permettono di proporre ai partecipanti un qualcosa in più che per lui non ha alcun costo aggiuntivo.

Ho provato ad abbassare il mio prezzo pensando che magari avrei attirato più persone. Ho rielaborato la mia offerta cercando di ridurre le spese e mi è stato di grande aiuto!

–Gabriela, host di Scopri Little Africa a Rio.

Inizialmente Gabriela offriva un caipirinha (tipico cocktail brasiliano) al termine delle prime esperienze organizzate. Ha presto capito che questo rinfresco aumentava eccessivamente le sue spese e ha quindi deciso di rimuoverlo dall’esperienza. Eliminare questo costo aggiuntivo le ha permesso di abbassare il suo prezzo e di conseguenza le prenotazioni sono aumentate, in particolar modo quelle delle famiglie.

 

 

Non sminuire il valore dell’esperienza

Una volta capiti i costi di gestione della vostra esperienza, vi sentirete più a vostro agio nel provare ad apportare modifiche al prezzo. È chiaro che trarre un profitto da questa attività sia fondamentale ma allo stesso tempo evitate di far scappare via i potenziali ospiti richiedendo un prezzo troppo alto. Considerate l’impressione che gli ospiti avranno della vostra esperienza una volta letta la sua descrizione. Alcuni host contano molto sul fattore sorpresa e questo può essere d’aiuto nel livello complessivo di soddisfazione, tuttavia assicuratevi di far capire a chi visita il vostro annuncio cosa si perderebbe se non partecipasse.

Come potete aumentare il vostro valore percepito? Molti host trovano utile in questo senso descrivere nel modo più dettagliato possibile la loro esperienza. Si concentrano sulle sezioni dell’annuncio chiamate “Cosa fornirò” e “Cosa faremo” senza dimenticare “Dove saremo”.

Anche le recensioni positive possono influire sul modo in cui gli ospiti valutano la vostra esperienza. James dice che i servizi da lui forniti hanno portato subito a importanti recensioni entusiaste. Alcuni ospiti sono pronti a pagare di più!

“Divertentissimo!! James conosceva benissimo la band (e anche la birra e San Francisco). Non fatevi spaventare dal prezzo!! Se avessi pagato 5 volte di più, sarei comunque rimasta più che soddisfatta da questa esperienza.” – Hannah

Raccogliere il feedback degli ospiti

Se organizzate un test della vostra esperienza con parenti e amici, chiedete loro un feedback anche sul prezzo proposto. Ricordate: mai chiedere quanto avrebbero pagato! La risposta sarebbe sempre un prezzo inferiore. Piuttosto, chiedete se sarebbero disposti a pagare 10 o 20 € in più. Se la risposta sarà un “Sì!” entusiasta, siete già a buon punto. Il vostro obiettivo è andare oltre le aspettative dei partecipanti per essere sulla buona strada per ricevere ancora più recensioni a 5 stelle.

Pensare al quadro generale

Potreste subito sentire l’urgenza di paragonare il vostro prezzo a quello di esperienze simili. Tuttavia, quando i viaggiatori prendono in considerazione varie esperienze, potrebbero avere in mente degli obiettivi più ampi. Alcuni potrebbero essere in cerca di un’attività che si svolga esclusivamente nella vostra città o nel vostro quartiere; altri potrebbero voler trascorrere un sabato notte indimenticabile, altri ancora un pomeriggio rilassante di metà settimana. Bisogna riflettere su ciò che la vostra esperienza potrebbe apportare al viaggio del vostro ospite e paragonare il vostro prezzo ad altre attività che potrebbero riempire lo stesso periodo di tempo. Quando gli ospiti si trovano davanti a un’esperienza che propone la scoperta del gioco del flipper in diversi bar della città, paragonano questa attività a un’opzione alternativa come una serata in un locale o un concerto e non ad altre esperienze che riguardano il flipper.

Ricordate inoltre che se paragonate il vostro annuncio al prezzo di un’altra esperienza, non state tenendo conto delle possibili recenti modifiche di prezzo apportate dall’host. Potreste quindi erroneamente fare un confronto con una tariffa che in realtà non è ancora stata testata.

La scelta del prezzo della vostra esperienza spetta interamente a voi. Ci auguriamo che questi consigli vi siano d’aiuto per sperimentare con i vostri prezzi e trovare la giusta combinazione per far felici i vostri ospiti e per la vostra crescita personale in quanto host di esperienze. Siete pronti a mettere alla prova i vostri prezzi? Visitate il vostro annuncio e fate subito un test. Buona fortuna!