English  Español  中文 —  Deutsch  Français  Italiano — 日本語  한국어  русский  Português Nederlands

Offrire un’esperienza indimenticabile agli ospiti decreta il vostro successo come host. Quando gli ospiti si sentono tenuti in considerazione, e come in casa, sono più propensi a spargere la voce sulla vostra ospitalità e a scrivere una recensione a 5 stelle. I migliori host costruiscono il proprio successo, un’esperienza e un ospite alla volta.

Ecco cosa abbiamo imparato dai migliori host: l’ospitalità consiste nel far sentire gli altri come a casa propria, ovunque. Creano esperienze indimenticabili e si sforzano di capire cosa sentono davvero gli ospiti in ogni fase del loro soggiorno. Quali sensazioni deve suscitare negli ospiti un bravo host? Ecco 4 fattori chiave che possono contribuire a far sentire gli ospiti come in casa e a farvi ricordare per la vostra ospitalità:  

  • Sicurezza
  • Interesse
  • Accoglienza
  • Attenzioni

Approfondiamo ciascuno di questi aspetti per capire come potete far sì che i vostri ospiti si sentano a loro agio fin da subito e pronti per un’esperienza a 5 stelle.

Fateli sentire sicuri

Gli ospiti devono prima di tutto sentirsi a loro agio e sicuri, queste sono le fondamenta su cui si basa il lavoro degli host, soprattutto quando si prova qualcosa di nuovo o ci si trova in un ambiente sconosciuto. Il giorno prima dell’esperienza, inviate un messaggio al gruppo per rispondere a eventuali dubbi o domande. Così facendo, potete aiutarli a fidarvi di voi e del vostro lavoro di host. Potrebbero chiedervi chiarimenti sul luogo dell’incontro, su cosa fare nel caso non dovessero trovarvi o su cosa portare con se o come prepararsi all’esperienza.

Pianificare, pianificare, pianificare: prima di condurre l’esperienza, fermatevi un attimo a riflettere su cosa potrebbe andare storto o diversamente da come lo avete previsto. Può essere utile avere un piano B o pensare in anticipo a eventuali soluzioni nel caso in cui non tutto dovesse filare liscio.  

Soddisfate le esigenze degli ospiti: gli ospiti vogliono essere certi che le loro esigenze vengano prese in considerazione, fin dal primo istante. Fornire informazioni utili può condizionare l’intera esperienza e aiuterà gli ospiti a sentirsi apprezzati e sicuri. Se fornite informazioni pratiche come, ad esempio, dove si trovano i bagni, li invitate a fare una pausa se si sentono stanchi o offrite loro qualcosa da bere o degli snack, allora siete sulla strada giusta. Leggete altri consigli su come offrire un’esperienza sicura.

Mostrate interesse

Cercate di memorizzare i nomi degli ospiti prima del loro arrivo: è facile con un gruppo piccolo, ma se vi impegnate a memorizzare i nomi dei vostri ospiti, dimostrerete di essere una persona attenta che li tiene in grande considerazione.

Se siete a corto di tempo e non riuscite a imparare i nomi degli ospiti a memoria prima dell’esperienza, preparatevi un foglietto con la foto di profilo e il nome di ciascun ospite con eventuali informazioni ricavate dal loro profilo Airbnb, come ad esempio da dove vengono.

Ricordatevi chi è chi: memorizzare i nomi è una cosa, ma ricordarsi chi sono i vostri ospiti e le informazioni che li riguardano al momento dell’incontro può farli sentire speciali.

Cercate di presentare gli ospiti uno alla volta al resto del gruppo chiamandoli per nome e mettete in risalto eventuali interessi e affinità comuni. È un modo per introdurre alcuni fatti che vi vengono in mente su ciascun ospite e chissà che non nasca qualche amicizia…

Accoglieteli a braccia aperte

Accogliete e trattate i vostri ospiti come fossero vostri amici: per entrare nella giusta ottica, al momento dell’incontro, immaginate che siano dei vecchi amici che non vedete da tempo. Accoglieteli con un grande sorriso e assecondateli nel tipo di saluto che vogliono scambiare con voi (stretta di mano, batti cinque, bacio volante sulla guancia e così via).

L’ospitalità è un dialogo, non un monologo! Non limitatevi solamente a parlare ai vostri ospiti, ma cercate di intavolare una conversazione con loro proprio come fareste con un amico.

Fateli sentire parte del gruppo: potete approfittare delle piccole dimensioni del gruppo per aiutare gli ospiti a interagire e stabilire una connessione tra di loro. Potete iniziare l’esperienza con un’attività per rompere il ghiaccio che può aiutarli a fare amicizia e a sentirsi a loro agio. Ad esempio, potete chiedere agli ospiti di disporsi in circolo e fare a turno per presentarsi e rispondere a una domanda (potete partecipare anche voi!). Ecco alcune opzioni, ma sentitevi liberi di programmare qualcosa che sia relazionato con la vostra esperienza:

  • Cosa sperate di ricavare da questa esperienza?
  • Potete raccontare un dato sorprendente sulla vostra città?
  • Per cosa vi sentite riconoscenti oggi?

Fateli sentire speciali

Dedicate tutta la vostra attenzione agli ospiti: il linguaggio del corpo può essere efficace per far capire a qualcuno che la loro presenza è importante. Guardate gli ospiti negli occhi a turno, quanto più a lungo possibile, mantenendo una postura frontale.

A volte, gli ospiti più taciturni hanno bisogno di un aiuto in più per sentirsi a proprio agio, ma evitate di forzare i più timidi per non metterli a disagio.

Mostrate agli ospiti un nuovo lato di loro stessi: per creare un’esperienza davvero magica, catapultate i vostri ospiti in un’altra dimensione per un giorno o aiutateli a essere chiunque vogliano diventare per poche ore. Chi nella vita fa il contabile potrebbe volersi calare nei panni di un esploratore, uno chef esperto di sushi o un fotografo paesaggista, anche solo per un giorno.

Condividete la vostra esperienza personale su quando avete provato l’attività a cui molti dei vostri ospiti potrebbero avvicinarsi per la prima volta. Ricordategli che, un tempo, anche voi siete partiti da zero, così da tranquillizzarli e presentargli un ventaglio di nuove possibilità.

Sorprendete e deliziate i vostri ospiti. Ricevere qualcosa di inaspettato o un regalo fa sempre piacere. Alcuni host offrono agli ospiti un souvenir originale, una guida stampata dei posti preferiti della zona, oppure scattano una polaroid con i partecipanti o aggiungono una tappa in più al tour.

Può sembrare semplice buon senso, ma potreste avere difficoltà a concentrarvi sull’ospitalità mentre siete impegnati con gli aspetti di logistica. È del tutto normale e va benissimo, fate solo del vostro meglio!

L’esercizio sotto puo aiutarvi a tenere in considerazione questi fattori inerenti all’ospitalità. Pensate a come intendete fornire momenti sicuri, accoglienti e personalizzati durante il percorso dell’ospite, dal momento in cui prenota l’esperienza fino alla sua conclusione. Buttate giù le vostre idee principali su come intendete offrire un’esperienza memorabile:

Prima dell’esperienza

  • In quali momenti interagite con gli ospiti? Come potete integrare i 4 fattori in questi interazioni?

Arrivo e presentazioni

  • Come potete far sentire gli ospiti al sicuro con voi e con il resto del gruppo sin dal primo istante?

Durante l’attività – nota: questo è il punto culminante del percorso!

  • Se l’intero gruppo sta svolgendo la stessa attività, come potete cogliere la prospettiva unica di ciascun ospite?

Al termine dell’esperienza

  • Una volta conclusa l’esperienza, quale sensazione vorreste lasciare agli ospiti? Cosa potete fare per raggiungere questo obiettivo?

Dopo l’esperienza

  • Come date seguito all’esperienza con gli ospiti? Esiste un modo divertente per ricordargli dei momenti speciali che avete trascorso insieme?

Ricordate: questi sono solo alcuni consigli basati su quello che altri host di successo ci hanno raccontato. Non si tratta dell’unico modo per essere accoglienti. Se i vostri ospiti si sentono al sicuro, si divertono e sono a proprio agio, allora state facendo un ottimo lavoro.

Le persone si dimenticano quello che dici, ma non dimenticheranno mai come le hai fatte sentire.” – Carl W. Buehner